Liste di Bi' DunyaSaluteStoria

L’avventura dei Primi Ospedali Islamici della Storia

Dall’esistenza dell’umanità, la salute e la malattia che ne deriva sono state presenti in ogni periodo. Di volta in volta, diverse credenze riguardanti le malattie sono emerse. Ad esempio, nell’Europa medievale si credeva che l’origine delle malattie fosse naturale, e quindi l’idea comune era che le malattie non fossero controllabili dagli esseri umani, o nell’antica civiltà indiana i servizi sanitari erano basati sugli insegnamenti di Buddha.

Nelle regioni dell’Islam, le cose hanno preso sviluppi differenti. La religione islamica attribuisce grande importanza alla salute umana, sottolineando il valore del benessere e promuovendo la ricerca di cure quando si è malati. In quest’ottica, i medici musulmani hanno tenuto conto delle opinioni del Profeta Maometto (pace sia con lui), abbracciando un approccio completamente diverso. A differenza della maggior parte delle antiche civiltà, i paesi islamici hanno posto notevole enfasi nello sviluppo del settore sanitario, diventando così una delle prime civiltà a istituire ospedali significativi e ben attrezzati.

“Lo Shafi-i Kerim, Allah, l’Altissimo, ha rivelato la cura per ogni malattia che ha inviato.”

Tarihin Ilk Islam Hastanelerinin Seruveni 2

Le fondamenta del primo centro di cura islamico noto furono gettate mentre il Profeta Maometto (pace sia con lui) era ancora in vita, sotto forma di tenda di cura. Durante la battaglia delle fosse, i feriti ricevettero cure in un’area specifica dedicata a tal fine. Successivamente, le persone di spicco trasformarono queste prime tende in avanzati centri di cura ambulante, aggiungendo forniture come farmaci, cibo, bevande, indumenti, medici e farmacisti. Questi centri divennero veri e propri ospedali mobili e di cura, con il compito di soddisfare le esigenze mediche delle comunità lontane dalle grandi città e dalle strutture mediche fisse. All’inizio del XII secolo, l’ospedale ambulante era così grande che richiedeva ben 40 cammelli per il trasporto.

“ Allah, l’Altissimo, ha inviato sia la malattia sia la cura. Per ogni malattia, ha stabilito un rimedio. Quindi, cercate la guarigione. Tuttavia, non cercate la guarigione attraverso mezzi proibiti.” – Ebu Dâvud, Tıbb 11, (3874)”

Ospedali Permanenti

Kalici Hastaneler

Il primo ospedale musulmano stabile fu costruito a Damasco nel VIII secolo dagli Omayyadi per i lebbrosi. Ai medici assegnati in questo luogo furono concessi grandi patrimoni e generosi salari. Secondo i registri ufficiali, tuttavia, il primo ospedale fu costruito a Baghdad nel VIII secolo.

Nel X secolo furono costruiti altri cinque ospedali a Baghdad, tra cui uno dei primi, stabilito alla fine del IX secolo, sotto la supervisione di Al-Razi. Al-Razi inizialmente voleva determinare la posizione più salutare della città e per farlo aveva provato il seguente metodo: aveva collocato pezzi di carne fresca in vari quartieri e, dopo un po’ di tempo, aveva osservato quale di essi si era deteriorato di meno per decidere dove istituire l’ospedale. Quando l’ospedale fu aperto, aveva 25 medici, inclusi oculisti e chirurghi.

In Egitto, l’ospedale pioniere fu costruito nel IX secolo a Fustat, una parte del vecchio Cairo, da Ahmed bin Tulun. Questo ospedale è stato registrato come la prima struttura a fornire cure sia per le malattie fisiche che per i disturbi mentali. Sebbene sia stato istituito nel VIII secolo, in termini di assistenza e servizi ai pazienti, questa bimaristan presentava caratteristiche simili a quelle degli ospedali moderni di oggi, tralasciando ovviamente le risorse tecniche dell’epoca.

Organizzazione Ospedaliera

Hastane Duzeni

I primi ospedali del mondo islamico sono stati fondati per servire gli orfani, i poveri, i commercianti e i viaggiatori lontani da casa. Il sostegno economico agli ospedali islamici era fornito dalle fondazioni benefiche create da famiglie religiose e rispettabili. I ricchi e i governanti facevano donazioni di proprietà esistenti o di nuovi bimaristan, e i proventi delle eredità venivano utilizzati per la costruzione e la manutenzione degli edifici.

Poiché l’igiene ha un’importanza fondamentale nell’Islam, questa filosofia è stata riflesso anche negli ospedali. Gli ospedali avevano un ispettore della salute responsabile della pulizia e delle pratiche igieniche, e pertanto l’igiene non veniva mai trascurata.

I pazienti venivano sottoposti a diete fisse in base alle loro condizioni e malattie, e i pasti erano di alta qualità. Il principale criterio di guarigione era se un paziente poteva mangiare la quantità di pane e carne arrosto di un uccello intero, come una persona sana. Se i pazienti potevano digerirlo facilmente, venivano considerati guariti e poi dimessi. I pazienti che si erano ripresi ma erano ancora troppo deboli per essere dimessi avevano il diritto di riposare nella sala di convalescenza fino a quando non avessero la forza sufficiente per andarsene. Ai pazienti bisognosi veniva dato un piccolo importo insieme a nuovi vestiti per aiutarli a ricostruire i loro mezzi di sostentamento.

I Bimaristan

Bimaristanlar

Noti anche come “daruscifa”, sono luoghi di assistenza sanitaria iniziati all’epoca del Profeta e successivamente istituiti. I servizi offerti dai Bimaristan includono un centro di cura per malati e feriti, un luogo di riposo per coloro che si sono ripresi o sono scampati a incidenti, un rifugio per le condizioni psicologiche e un luogo di cura di base per anziani e disabili che non hanno parenti a cui affidarsi, che ha prestato servizio per molti anni.

Inoltre, i bimaristan hanno svolto un ruolo di scuola dove veniva insegnata l’istruzione medica, simile alle facoltà di medicina moderne. I medici anziani trasmettevano le loro conoscenze ed esperienze agli studenti e organizzavano esami per gli studenti; coloro che avessero superato tali esami ricevevano diplomi. I bimaristan tradizionali erano dedicati al miglioramento della salute, alla cura delle malattie e alla diffusione delle conoscenze mediche. Pertanto, i bimaristan rappresentano un risultato significativo dell’importante impegno e dell’energia dedicati allo sviluppo delle arti mediche nella civiltà islamica del Medioevo.

Questo articolo è scritto in turco: https://www.bidunyahaber.org/tarihin-ilk-islam-hastanelerinin-seruveni/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Check Also
Chiudi
Pulsante per tornare all'inizio